Studio Basso Amministrazione condomini - Sviluppo software  

Studio Basso

amministrazione condomini
amministratore condominiale
codice civile
amministratori condominiali

Lo studio Basso fornisce servizi di amministrazione di condomini con particolare cura alla qualità nelle varie aree dell'amministrazione.

Affidando la gestione dei vostri immobili al nostro studio potrete apprezzare la trasparenza nel rapporto con i condòmini, l'efficace gestione dei rapporti con i fornitori in maniera da assicurare interventi pronti e servizi accurati, l'economicità di una gestione attenta ad evitare gli sprechi e a selezionare caso per caso i fornitori migliori.

Volete scegliere un amministratore condominiale corretto e affidabile e non sapete come evitare di trovare "fregature"?
Non c'è una regola matematica, ma ci sono almeno alcuni segnali che dovreste guardare:

  • L'appartenenza ad una associazione di categoria è un indicatore di serietà, anche se non è obbligatoria e le associazioni non esercitano poi questo gran controllo sugli associati.
  • I condòmini di condomini già amministrati sono una notevole fonte di informazioni: chiedete loro cosa ne pensano del comportamento dell'amministratore in generale.
  • Chiedete loro se oppone resistenze quando vengono presentati preventivi dai condomini per spese da deliberare.
  • Chiedete anche se hanno mai dovuto pagare interessi di mora per bollette non pagate alla scadenza dovuta (avrete bisogno di condòmini particolarmente attenti, queste informazioni sono difficilmente accessibili al condòmino medio).
  • Chiedete se hanno avuto difficoltà ad avere accesso alla contabilità (normalmente si dovrebbe avere accesso gratuito, su appuntamento, ai riparti e alle ricevute delle spese nei giorni precedenti l'assemblea).
  • Ormai è praticamente obbligatorio tenere un conto corrente intestato al condominio, per cui averlo non è più un particolare indice di correttezza, ma state alla larga da chi non tiene un conto corrente per ogni condominio.
  • Tollerare ritardi nei pagamenti senza passare in tempi brevi ai solleciti e alle ingiunzioni del giudice è indice quanto meno di pigrizia. E' compito dell'amministratore far pagare le rate, e trascurare i ritardi fa per lo meno passare per fessi i condomini puntuali (o peggio, costringe al pagamento di interessi per il conto corrente in rosso).
  • Valutate quanto è comodo pagare le rate: normalmente non è buona norma che un amministratore accetti pagamenti in contanti, dovrebbe fornire invece una maniera comoda per pagare le rate con pagamenti tramite bonifico, bollettini mav o bollettini freccia pagabili da qualsiasi sportello bancario senza bisogno di avere un conto corrente. Diffidate di chi preferisce il conto corrente postale, i disservizi diventano una scusa per non controllare i pagamenti.
  • Provate a sondare la preparazione con un quesito tecnico o legale di cui conoscete la risposta esatta: tenete presente che un "non lo so, ma posso documentarmi" è una risposta che dovrebbe darvi altrettanta fiducia di una risposta esatta.
  • L'amministratore chiede un compenso irrisorio? Diffidate: nei migliori dei casi non avrà tempo da dedicare al condominio, o tenderà a far appaltare i lavori edili all'azienda del cognato, ma potete anche finire in mani peggiori.

 

  Mappa del sito - Note legali